Come Risparmiare? Scopri il Metodo per Farlo al Meglio - flowe

Come risparmiare? Il metodo per farlo al meglio

26 agosto, 2022

di Anna Agnello

come-risparmiare
come-risparmiare

Quante volte siamo caduti in tentazione davanti a un paio di scarpe, un vino pregiatissimo, l’ultimo modello di smartphone e chi più ne ha più ne metta?
In fatto di shopping, ciascuno ha il proprio tallone d’Achille ma, a tutto questo, potrebbe esserci una soluzione: Elisabeth Warren, senatrice statunitense e docente di diritto commerciale a Harvard, ha ideato la formula per chi ha le mani bucate, detta 50/30/20. 

Si tratta di un metodo di risparmio semplice e sostenibile, dove il trucco sta nel divedere le spese in base ai nostri bisogni. Vuoi provare? Iniziamo.

Consiglio 1: spendi il 50% dei tuoi guadagni in ciò di cui hai bisogno

Ad esempio: affitto, bollette, cibo, trasporti

Quindi se a fine mese il tuo stipendio è pari a 1500 euro, 750 euro dovrebbero essere destinati a spese essenziali. Facile a dirsi, ma a farsi? Basta evitare gli sprechi. 

Ti ricordi di spegnere le luci e di non fare docce lunghe mezza giornata? Se la risposta è sì, allora controlla il piano tariffario del tuo fornitore di energia: il mercato è vario e in continua evoluzione, tieni gli occhi aperti. 

In pieno inverno giri per casa in maniche corte? Forse dovresti dare una regolata al riscaldamento. La temperatura deve restare intorno ai 20 gradi quando sei in casa, mentre, quando sei fuori per parecchie ore, attorno a 16 gradi così, quando sarai tornato, basterà poco tempo per riportare gli ambienti a essere “caldi”. 

Fai la spesa a pancia a piena e con la lista in mano. Abbiamo le credenze zeppe, non lasciarti tentare dall’ennesimo 3×2 di roba che, in verità, non ti serve. 

Ti prendi cura del tuo corpo? Se stai bene, non dovrai spendere soldi in farmaci e visite. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, per essere in forma e in salute bisogna fare 10 mila passi al giorno, l’equivalente di un paio d’ore di camminata.
A tal proposito, uno strumento molto utile lo trovi 
nell’app di Flowe. Si tratta di un conto di pagamento attento al benessere delle persone e del Pianeta e, proprio per questo, accanto alle funzioni più prettamente finance, trovi il contapassi: in partnership con Healthy Virtuoso ti vengono mostrati i tuoi progressi e quelli della community giorno dopo giorno. E in più, trovi un’altra funzionalità particolare, chiamata “Drop Passi”, ovvero dei salvadanai digitali che ti permettono di risparmiare semplicemente camminando.

Precedente
Successivo

Consiglio 2: spendi il 30% dei tuoi guadagni in ciò che vuoi

Dedica questa parte al tempo libero e alle tue passioni

Ad esempio: viaggi, abbonamento in palestra, shopping, cena al ristorante

Cene e aperitivi sono momenti di condivisione ai quali non necessariamente dobbiamo rinunciare, basterebbe solo porci dei limiti. Ogni tanto tu e i tuoi amici potreste fare alla vecchia maniera: una bella rimpatriata a casa dove ciascuno porta qualcosa. E ancora, prova a liberarti dai vizi. Ad esempio, fumi? Smettere (o almeno ridurre) gioverebbe ai tuoi polmoni e al tuo portafoglio. 

Ma soprattutto, sai davvero che fine fanno i tuoi soldi? Rispetto alle classiche applicazioni per risparmiare, nell’app di Flowe trovi la funzionalità Analisi Spese che con update live, statistiche e categorie automatiche, ti aiuta a seguire l’andamento delle tue spese direttamente dal telefono. Ad esempio, grazie alla categorizzazione automatica, puoi assegnare un tag ai tuoi acquisti (come “vestiti”) e scoprire dove spendi di più, o di meno! Ma non solo, con un’altra funzionalità molto utile, il Budgeting, in base alle tue entrate del mese, decidi e segui quanto puoi spendere in ogni categoria e ricevi avvisi quando stai per sforare la cifra.

Altro problema da non sottovalutare è il famoso “facciamo alla romana”. Ti sarà capitato di anticipare i soldi di qualcuno a una cena perché “non ha dietro contanti” o di farti promotore di un regalo di compleanno di gruppo. In queste occasioni tra furbetti, tirchi e smemorati finiamo per rimetterci sempre un mare di soldi. La soluzione potrebbe essere a portata di swipe: sempre nell’app di Flowe puoi creare dei Gruppi di Spesa per smezzare tutto ciò che vuoi. È semplicissimo: aggiungi le persone al gruppo, imposti la cifra e a far tornare i conti ci pensa Flowe.

mockup-drop-risparmio

Consiglio 3: metti da parte il 20% dei soldi per il futuro

Roma non fu costruita in un solo giorno, figuriamoci il nostro avvenire. È bene iniziare fin da subito a risparmiare perché un domani quei soldi potrebbero tornarci utili per: master universitario, mutuo per la casa, spese mediche, eventuali debiti. consapevoli.

Nessuno ha la sfera di cristallo per prevedere il futuro e per questo un po’ di lungimiranza anche dal punto di vista economico non guasta. Il 20% è una cifra piccola che però, alla lunga, ci permette di avere da parte un bel gruzzoletto da poter investire su noi stessi o su ciò di cui abbiamo bisogno in quel momento.

Come mettere da parte i soldi?

È ormai risaputo che la tecnologia è fatta anche per renderci la vita più facile e, quando si parla di risparmio, al posto del classico maialino di porcellana o del materasso, esistono altri strumenti digitali a portata di tap. Uno di questi si trova nella già citata app di Flowe: si tratta del Drop, il salvadanaio digitale che ti aiuta a mettere da parte i soldi grazie ad alcune funzioni come l’arrotondamento automatico e l’auto cash in mensile. Vi si accede dalla sezione Risparmi e, una volta dentro, è possibile creare il Drop in 2 step

  1.  Dai un nome al Drop, ad esempio “Vacanze” 
  2. Fissi l’obiettivo, ovvero la cifra che vuoi raggiungere in un determinato arco di tempo e Flowe ti suggerisce quanto mettere da parte ogni giorno.

Puoi creare più Drop contemporaneamente con diversi obiettivi di risparmio. E in più, come dicevamo, grazie all’auto cash-in ci pensa “l’app salvadanaio” a prelevare i soldi dal conto in quel determinato giorno e con l’arrotondamento automatico puoi raggiungere il tuo obiettivo ancora più velocemente. 

Messaggio pubblicitario con finalità promozionale: per le condizioni economiche e contrattuali e per quanto non espressamente indicato è necessario fare riferimento al Foglio Informativo e alle Norme Contrattuali nella sezione Trasparenza e al Documento “Norme contrattuali e foglio informativo conto e servizi.

Torna su