21 settembre 2022: Giornata Zero Emissioni

Giornata Zero Emissioni 2022

21 settembre, 2022

di Alessia Arnaldino

A partire dal 2017, il 21 settembre di ogni anno si celebra la Giornata Zero Emissioni, o Zero Emission Day o ZeDay, istituita per la prima volta nel 2008 in Canada e Nuova Scozia. Ci sono voluti ben 9 anni perché anche altre nazioni capissero l’importanza e la necessità di parlare formalmente di questo argomento, adottando e cominciando a celebrare tale giornata. 

L’obiettivo, come si può intuire dal nome attribuitole, è quello di sensibilizzare persone e aziende sull’importanza di abbattere le emissioni di anidride carbonica, in particolare quelle derivate dall’utilizzo, ancora molto massiccio, di combustibili fossili, lotta fondamentale per contrastare la crisi climatica e il pericoloso aumento della temperatura globale.

Zero emissioni e Carbon Neutrality

In primo luogo, per diminuire le emissioni di CO2, nostre e di tutta l’umanità, si può cominciare a consumare meno: stare attenti allo spreco di elettricità, ai rifiuti che produciamo (che poi dovranno essere in qualche modo smaltiti), agli acquisti che facciamo, al modo in cui ci spostiamo, e via dicendo. Gli accorgimenti che possiamo adottare nella nostra quotidianità sono moltissimi, spesso basta prestare attenzione alle nostre azioni abituali per correggere delle abitudini sbagliate che possono danneggiare il nostro Pianeta. Non è sempre semplice rendersi conto che dietro a ogni nostro gesto si nascondano dei procedimenti e ci siano delle implicazioni più complicate di ciò che pensiamo. 

Alcuni processi, e le emissioni che ne derivano, non sono però evitabili. Abbiamo comunque bisogno di energia elettrica, di vestirci, di nutrirci e di spostarci, che sia per andare al lavoro o in vacanza, e tutte queste attività producono anidride carbonica. Si può ricercare, in questi casi, la cosiddetta Carbon Neutrality. Ma di che cosa si tratta, esattamente?

Per spiegarlo, dobbiamo innanzitutto prendere in considerazione il concetto di Carbon Footprint ossia, letteralmente, l’impronta di carbonio di un determinato soggetto. Molto spesso se ne parla, infatti, in relazione alle aziende, ai prodotti o servizi che producono, e anche agli individui stessi. Questa impronta va a indicare una stima delle emissioni di CO2 che una determinata azienda produce in un certo periodo di tempo per produrre i beni o servizi che offre, quindi il suo impatto ambientale (negativo). Quando una società è particolarmente attenta in questo senso, può ricevere la certificazione Carbon Neutral, che certifica la sua volontà e le azioni che mette in atto per ridurre il proprio impatto ambientale, anche andando a compensare la propria CO2 residua. Ecco, quindi, che si genera la Carbon Neutrality, data dalla compensazione di questa anidride carbonica

Per poter contrastare la crisi climatica e mettere un freno al veloce aumento delle temperature, tentare di raggiungere una Carbon Neutrality potrebbe essere un’ottima soluzione. Ridurre il nostro impatto allo zero, evitando quindi che ulteriore CO2 e gas serra vengano immessi nell’atmosfera, potrebbe essere la svolta di cui abbiamo davvero bisogno. La nostra Terra si sta scaldando velocemente, vari territori stanno diventando sempre meno ospitali per l’uomo e le altre specie viventi, per non parlare dei fenomeni atmosferici sempre più estremi che ogni anno si lasciano dietro una devastazione che è sempre più difficile da gestire, sia economicamente, sia emotivamente. 

Diventa quindi ovvia la necessità di agire concretamente. Giornate come quella a zero emissioni hanno proprio l’intento di generare nell’opinione pubblica quella voglia di azione. Non possiamo più rimanere a guardare.

Promuovere lo Zero Emission Day

Seguendo l’esempio dato dalla Finlandia, si potrebbe cominciare a promuovere delle iniziative all’interno dell’ambito scolastico, per educare a ridurre le proprie emissioni fin da bambini, dando le informazioni di base necessarie a capire quali siano delle azioni particolarmente inquinanti e con che cosa sostituirle. Banalmente, andare a fare la spesa al supermercato può avere un impatto ambientale maggiore o minore, in base ai prodotti che scegliamo di comprare. Dall’imballaggio ai metodi di produzione, ci sono molti fattori che vanno presi in considerazione e che non tutti conoscono. 

Sempre in Finlandia, la Climate Leadership Coalition (CLC) cerca di coinvolgere i cittadini a tenere traccia della propria Carbon Footprint, già descritta in precedenza. Il CLC è uno degli enti che maggiormente promuove questa giornata, anche grazie a iniziative innovative e coinvolgenti come questa, e che in Europa si distingue per essere la maggiore associazione no-profit a dedicarsi alle tematiche relative al cambiamento climatico.

positive impact

Oltre a questo, il CLC ha istituito gli International Carbon Handprint Awards, per premiare quelle aziende che tengono in considerazione la loro Carbon Handprint. 

Bisogna quindi anche differenziare la già citata Carbon Footprint – impatto negativo che prodotti, aziende o individui generano – dalla Carbon Handprint. Quest’ultima, infatti, riguarda l’impatto positivo che un determinato prodotto può avere sull’ambiente. Produrre beni di questo tipo permette alle aziende di contribuire positivamente alla lotta contro il cambiamento climatico, aiutando le persone a ridurre la propria impronta in termini di emissioni. 

Oltre che i singoli cittadini, è infatti importante coinvolgere le aziende, incentivarle a prendere coscienza delle proprie emissioni e delle conseguenze che il loro lavoro ha sulla nostra Terra. 

Si tratta, senza alcun dubbio, di una giornata importante, legata a una tematica estremamente delicata e che riguarda tutta la nostra esistenza. Parlare di emissioni e di come cercare di abbatterle è fondamentale per combattere il cambiamento climatico e tutte le catastrofi ambientali che ne stanno conseguendo. Anziché decidere di dedicare un’unica giornata alle emissioni zero, dovremmo cercare davvero di impegnarci per far sì che ogni giorno sia a zero emissioni.

carta-flowe

Flowe, il conto che si prende cura del Pianeta

Flowe è il conto di pagamento che ti aiuta a sviluppare il tuo potenziale prendendoti cura del Pianeta. Si tratta di una società Benefit, B Corp e Carbon Neutral da tempo attiva nella lotta più dura di tutte: provare a contrastare la crisi climatica.

Non è un caso, infatti, che la carta associata sia in legno da foreste certificate e in più, quando l’utente la richiede, Flowe dedica un albero in Guatemala, grazie alla collaborazione con zeroCO2.

Solo con Flowe, poi è possibile compensare la CO2 prodotta dai propri acquisti in due modi:

-Con l’iniziativa Freshback: dal 9 maggio 2022 al 31 dicembre 2022, quando usi una delle nostre carte di debito, Flowe restituisce aria fresca al Pianeta piantando un albero in Guatemala grazie a zeroCO2 ogni 100 pagamenti di tutti gli utenti.

– Con Eco Balance, il servizio che stima la CO2 prodotta dai tuoi acquisti e, se sei Friend o sottoscrivi l’abbonamento, la compensa piantando alberi.

Freshback: iniziativa valida per tutti i pagamenti registrati dal 09/05/2022 al 31/12/2022 da parte di tutta la clientela Flowe. Servizio Eco Balance valido per i clienti Friend (gratuito) e Flex (a pagamento) max 1.000 kg/mese e 3.000 kg/ anno per CO2.

Messaggio pubblicitario con finalità promozionale: per le condizioni economiche e contrattuali e per quanto non espressamente indicato è necessario fare riferimento al Foglio Informativo e alle Norme Contrattuali nella sezione Trasparenza e al Documento “Norme contrattuali e foglio informativo conto e servizi.

Contenuto editoriale a puro scopo informativo. Quanto riportato rappresenta esclusivamente l’opinione personale dell’autore. Flowe non si assume la responsabilità per quanto riguarda la correttezza o la completezza delle informazioni pubblicate. Si esclude pertanto qualsiasi responsabilità relativamente a danni derivanti dall’uso delle informazioni pubblicate.

Fonti:
https://www.savetheplanet.green/oggi-e-lo-zero-emission-day
https://www.giornatemondiali.it/calendario/giornata-zero-emissioni/
https://clc.fi/event/zero-emissions-day-2022-beyond-net-zero-to-grow-your-climate-impact-by-maximizing-your-carbon-handprint/
https://carbonhandprintaward.com/carbon-handprint-method/

Torna su